Alimentazione consapevole

Rispetto all'alimentazione, la domanda che dovremmo porci è: io mangio o mi nutro?

Troppo spesso l'alimentazione viene ridotta ad un insieme di cibi che introduciamo nel nostro organismo senza consapevolezza alcuna.

Quando mangiamo ci nutriamo (o non ci nutriamo) a livello fisico, mentale, emotivo, spirituale.

Si mangia per soddisfare i propri bisogni a vari livelli e spesso la nutrizione fa da sostituto in vari ambiti: cibo per riempire un vuoto interiore, cibo come sostituto del contatto fisico, cibo per scaricare ansia, etc...

Ciò di cui non teniamo conto è di quanto l'energia del corpo sia influenzata dai cibi che ingeriamo.

In campo alimentare c'è una quantità elevata di sistemi di credenza (meglio pasta di sera o di giorno, meglio poche proteine o tante, vegetariano o vegano etc), di stereotipi e di interessi economici che spingono in una direzione piuttosto che in un'altra.

Lo strumento migliore è l'autoascolto: nessuno dovrebbe dirci che cosa dobbiamo mangiare; dovremmo "semplicemente" ascoltarci.

Il problema è che spesso siamo sordi o troppo coinvolti emotivamente per ascoltare in modo obiettivo. A volte sentiamo il forte desiderio di un cibo; in questo caso dobbiamo distinguere se il nostro corpo ne ha veramente bisogno o se invece è una compensazione (bisogno di attenzione, di nutrimento affettivo etc.).

Qual è l'alimentazione sana: è quella che dà energia, che fa sentire bene dentro e fuori. E' l'alimentazione che ci fa alzare da tavola leggeri e svegli senza bisogno di prendere un caffè o un amaro con l'idea che questi ci fanno digerire meglio.

Se ci alimentiamo bene non abbiamo bisogno di aiuti esterni.

Spesso la mancata concentrazione o la scarsa efficienza, l'ansia, la depressione, le allergie, i problemi di pelle, le infiammazioni etc. sono dovute ad una errata alimentazione. Una errata alimentazione crea tossine che entrano in circolo nel nostro corpo.

L'esperienza insegna che non c'è una alimentazione uguale per tutti ma che ognuno ha una propria alimentazione.

Una buona possibilità per definire una alimentazione personalizzata è quella che propone il Metodo Maria Rosa Fimmanò con la procedura di Alimentazione Consapevole.

La procedura viene applicata nell'ambito di una sessione individuale durante la quale vengono testati i cibi che hanno frequenze compatibili con il nostro organismo e quindi costituiscono per noi una risorsa.

Ci sono però dei passi che già possiamo fare per aiutare il nostro organismo a mantenersi in salute a lungo.

Dopo anni di studi ed esperienza maturata si è visto che ci sono cibi che creano problemi a tutti gli esseri umani, indistintamente: zucchero bianco e derivati, cioccolato, caffè/the, alcool, sigarette.

Attenzione: non è un errore alimentare sporadico che strema l'energia e la capacità di recupero del nostro corpo ma sono le decine di errori commessi tutti i giorni.

Il corpo fa di tutto per adeguarsi alle nostre azioni col minimo dispendio di energia e la massima efficienza possibile, per garantire la nostra sopravvivenza a qualsiasi costo.

Noi siamo abituati a pensare ai cibi in termini chimici e quindi ci preoccupiamo di calorie, vitamine, minerali etc. Queste sono tutte formule chimiche.
Non bisogna però sottovalutare che i cibi hanno un aspetto elettromagnetico.

Quando noi mangiamo, delle informazioni che l'organismo dà ai cibi, l'aspetto chimico ne è solo una parte.

 

 

Se ci alimentiamo in modo corretto e sano possiamo avere una vita lunga, sana, realizzata, in cui raggiungiamo la nostra mission e realizziamo con maggiore facilità i nostri progetti.

Di solito l'organismo preferisce cibi vivi, che hanno energia vitale, che nutrono.


Lo zucchero bianco o il fruttosio sono alimenti morti che richiedono sali minerali immagazzinati nel corpo per essere assorbiti.

L'organismo male sopporta i coloranti, i dolcificanti artificiali, i conservanti.

Se un cibo è incompatibile con la nostra energia ci ingrassiamo.

 


IMPORTANZA DELL'ACQUA:

L'acqua è fondamentale per il corretto funzionamento del sistema linfatico, che drena le scorie del corpo.

Inoltre l'acqua provvede all'idratazione necessaria per la conduzione degli impulsi elettrici attraverso il corpo.

 

La mancanza di acqua conduce a stanchezza, irrequietezza, confusione, agitazione, stress.

L'acqua aumenta la prontezza mentale, aumenta l'idratazione della pelle, aumenta il senso di connessione del corpo, diminuisce la tensione muscolare alla mascella, nel collo, nelle mani, nei piedi e attorno agli occhi; aumenta il livello di energia, migliora lo stato d'animo.

Attenzione: the, tisane etc. sono riconosciute dal corpo come cibo.

E' importante bere lontano dai pasti e poco ai pasti.

L'acqua è molto più di un dissetante: può armonizzare la nostra energia o abbassarla.